maya nataraj mahal.jpg

TANTRA YOGA TRADIZIONALE

door arabic.jpg

Il Tantra  è un percorso spirituale di liberazione e reintegrazione con l'assoluto che percorre ogni percorso, forma, pratica o espressione di questo "Tutto" di cui l'essere umano è una scintilla, una rappresentazione dell'Universo e il divino.

Il Tantrismo offre tecniche corporee con cui si affinano le capacità mentali introspettive, ottenendo il pieno controllo del corpo, della parola e della mente e ottenendo la purificazione delle energie,  elementi costitutivi interni e fisici e mentali : attraverso questo sottile cambiamento il praticante trasmuta ed evolve realizzando la sua natura essenziale e innata che è indistruttibile e pura come il diamante.

Il tantra è un'autentica rivoluzione interna, è spogliare tutte le credenze religiose, morali, vincoli, pregiudizi, rompere i tabù, le credenze ei dogmi imposti da qualsiasi religione.

Il tantra sta creando lo spazio interiore necessario per concepire l'infinito e la verità senza tempo.

Il tantrismo insegna a liberarsi da falsi programmi e stereotipi, ad accettare la vita in tutta la sua pienezza risvegliando tutte le energie umane e cosmiche.

Tantra sta cavalcando la tigre!

«Significa rendere sacra la vita quotidiana, trasformare la coscienza, partendo dal corpo, suo veicolo, per immergerlo nello Spirito. al di là degli istinti e dell'Io, senza condannarli né abbandonarli ma sublimarli, incanalandoli e dirigendoli verso l'alto , usandoli come mezzo per arrivare a comprendere lo Spirito, poiché ne sono anche la manifestazione "  

Maya Swati Devi

Shiva-e-Shakti-2.jpeg

Kaula Tantra Yoga

“Colui che dimora in 'kula' [il mondo apparente] ma è 'akula' [assoluto indifferenziato] è 'kaula' (cioè Shiva). Colei in cui questo kaula o Shiva dimora in forma identica è kauliki. L'intera gamma di [realtà apparente] (kula) rimane come tale a causa del suo essere radicata nella luce di akula.

-Tantra Illuminato-

Kula è un termine in sanscrito कुल kula, che significa lignaggio familiare.
Se śakti è Kula, śiva è Akula.
Tutto ciò che è manifestazione, testimonianza e insegnamento è Kula. L'incontaminato assoluto è Akula.
L'unione di Kula e Akula genera अमृत amṛta, non morte, nettare dell'immortalità.

Questo nettare che non può essere prodotto attraverso i sacrifici (śiva stesso definisce le offerte di sangue, carne ecc. Asadagama dove आगम āgama significa concezione della teoria dei principi e Asad significa NON SAT, improprio -asadṛśa- ecc.) ma solo attraverso:

  • 1) esperienza diretta

  • inferenza.

  • testimonianza (scritture).

La tradizione del Kaula Tantra ha la sua origine nella comprensione senza tempo di advaita, la non dualità. Già quando i praticanti delle Upanishad erano educati con la consapevolezza che "aham brahmāsmi", io sono Brahman, l'assoluto indifferenziato. Advaita è la comprensione che c'è solo una realtà o una "sostanza" in tutto il cosmo e tutto ciò che percepiamo sono solo forme apparentemente diverse di quell'unica realtà assoluta o divina. 

La tradizione Trika Kaula, un sottoinsieme della più ampia tradizione Kaula, è una delle scuole di non dualità più "estreme" che si possono vedere nella sua non adesione a norme sociali o culturali riguardanti dieta, sessualità, aspetto, ecc. La tradizione Kaula accettava anche come membri tutte le classi o caste, tutti i sessi, tutti i background sociali, ecc. Trika Kaula ha istruito i praticanti a raggiungere l'autoriconoscimento riconoscendo i momenti di ananda (assoluta beatitudine innata) nella loro vita quotidiana. I praticanti erano colti per conoscere se stessi COME Devi , l'aspetto del divino che si trasforma in questo cosmo. Questo era molto diverso dalla maggior parte delle prospettive precedenti, così come successive, che enfatizzavano, e continuano a fare, pratiche specifiche come rituali, adorazione della divinità, ascetismo, ecc. come unica via per la liberazione.

 

In effetti, l'idea stessa di liberazione è screditata nel Vijñāna Bhairava Tantra, un testo fondamentale della tradizione Trika Kaula:

 

Per me non c'è schiavitù; né c'è alcuna liberazione. Questi sono semplicemente [concetti] con cui le persone si spaventano. Questo [mondo] è [semplicemente] un riflesso nel 

mente [universale], come il sole sulla [superficie] dell'acqua”.

Vijnana Bhairava Tantra

Traduzione di Christopher Wallis, 

 

Come può esserci schiavitù se c'è solo il divino che esprime i suoi potenziali che sono TUTTI il risultato della sua beatitudine. Tranne ovviamente se si lega per avere un'esperienza beata desiderata, come qualcuno che chiede di farsi legare dal suo amante. Pertanto l'esperienza della "liberazione" è solo un'altra esperienza che ha creato per se stessa ed è divina e utile come qualsiasi altra esperienza. Il concetto e il desiderio di liberazione sono creazioni della paura, che in sanscrito è la stessa parola per ignoranza. E nella tradizione Trika Kaula, l'ignoranza è il risultato dell'assoluta velatura o conoscenza INTENZIONALMENTE di se stessa. 

Le  Le prospettive tantriche sono per coloro che vogliono esplorare la prospettiva che loro e tutti e tutto sono la danza divina, non c'è niente da fare per diventare divini se non conoscerlo. Non vi è alcuna compulsione o coercizione morale implicata nella prospettiva del Tantra.

Tu sei il divino, che tu ne sia consapevole o meno. Quindi, se sei consapevole di essere il divino che si esprime qui, o ne hai un senso, o hai il desiderio di diventare consapevole, la tradizione è qui. Possiamo condividere gli strumenti  per farti esplorare te stesso e il cosmo che hai espresso al fine di sperimentare tutti i tuoi beati potenziali.  

 

 

Devi-Mahatmyam-Goddess-Durga.jpeg

DEVI

Ho creato tutti i mondi a mio piacimento senza essere spinto da alcun Essere superiore, e dimoro in essi. Permeo la terra e il cielo e tutte le entità create con la mia grandezza e dimoro in esse come coscienza eterna e infinita.

— Devi Sukta, Rigveda 10.125.8

( /ˈdeɪvi/ ; sanscrito : देवी) è la parola sanscrita per ' dea '; la forma maschile è D eva . Devi e Deva significano "celeste, divino, qualsiasi cosa di eccellenza".

Devi, con testi come il Devi Mahatmya , si manifesta come la verità ultima e il potere supremo. Ha ispirato la tradizione Shaktismo del Tantra. 

Il Devīsūkta del Rigveda (da 10.125.1 a 10.125.8) è tra gli inni più studiati che dichiarano che la realtà ultima è una dea.

Devi si identifica nella Devi Upanishad come Brahman nella sua risposta agli dei affermando che lei governa il mondo, benedice i devoti con ricchezze, che è la divinità suprema a cui deve essere offerta tutta l'adorazione e che infonde Ātman in ogni anima. Devi afferma di essere la creatrice della terra e del cielo e risiede lì. La sua creazione del cielo come padre e dei mari come madre si riflette come il "Sé supremo interiore". Le sue creazioni non sono suggerite da nessun essere superiore e risiede in tutte le sue creazioni. Lei è, afferma Devi, l'eterna e infinita coscienza che inghiotte la terra e il cielo, e 'tutte le forme di beatitudine e non beatitudine, conoscenza e ignoranza,  Brahman  and Non Brahman'.

Devi è la polarità creativa (definita come femminile) dell'Assoluto. "Lei" diventa l'universo e tutto il resto. Questa è la sua commedia o क्रीडा (kriidaa). Svatantra è la libertà del Divino di esprimere la Sua beatitudine infinita, ānanda. Il tantra non duale comprende che TU SEI il Divino. E che Lei si sta esprimendo come TU. Quindi hai anche la libertà di esprimere il tuo potenziale di beatitudine (svatantra).

Trika Kaula comprende che noi siamo l'espressione divina. Noi siamo IN REALTA' il divino, non veicoli del divino, non ispirati dal divino, IN REALTA' il divino che cammina, parla e sperimenta SE STESSA nel cortile di SE STESSA. Tantra Kaula si concentra sull'esperienza della vita. Puoi pensare a ogni essere come a un polpastrello del divino, connesso al corpo del divino ma che ha una propria esperienza di vita; sensazione di caldo e freddo, ruvido o liscio, comfort o disagio. Attraverso la conoscenza del Tantra abbiamo l'opportunità di sapere che siamo il dito divino sentendo tutto ciò che c'è da sentire e sperimentare come questo dito e scegliere come sperimentiamo il caldo e il freddo, il comfort e il disagio.  

 

A un certo punto questa visione del mondo era considerata segreta e non era condivisa con coloro che non erano iniziati alla tradizione. Ora, più di mille anni dopo, i tempi sono molto diversi e, come ha fatto il Dalai Lama con le tradizioni del buddismo tantrico, forse è giunto il momento di aprire questi modi di vivere la vita per condividerli con le persone che vogliono abbracciarli. Trika Kaula era anche radicale per aver capito che i praticanti potevano raggiungere la realizzazione del sé senza essere iniziati ritualmente. Compresero inoltre che l'iniziazione era in realtà l'integrazione della conoscenza/consapevolezza della propria divinità. 

 

Molti nel mondo spirituale moderno affermano che questo punto di vista porterà a un bypass spirituale, saltando i passaggi necessari per realizzare "realmente" che sei divino. Ma non è il divino che gioca con l'esperienza di bypassare spiritualmente? E nella vita di tutti i giorni sarà colui che non ha integrato la propria divinità a perdere il legame con se stesso e la sua comunità. E non è questo un potente barometro per la propria autoconsapevolezza e onestà? Sebbene sia vantaggioso portare consapevolezza sulla possibilità di una falsa autointegrazione, trattenere  la conoscenza potrebbe non essere utile.

Questo breve articolo potrebbe aver sollevato più domande di quante ne abbia risposto.  Se i concetti descritti ti creano piacere o ti intrigano e desideri giocare di più con loro, vieni a trovarci a DEVIPUR ed esploreremo questo mondo durante il nostro tempo insieme. 

khajuraho-couple-at-parsvanat-3-164026550016x9.jpeg

AUTENTICO PERCORSO TANTRICO

A Devipur riconosciamo che sei arrivato fino a noi e celebriamo condividendolo con te come un altro dito del nostro unico corpo divino. 

Il Tantra è il sentiero che riconosce la maestà della vita in tutte le espressioni dell'essere.
È l'Arte sublime che celebra la vita e si basa sulle leggi della natura umana, quella primordiale e divina.
Il Tantra non è una religione ma una cultura e una scienza spirituale priva di dogmi imposti con un approccio olistico allo studio dell'universo dal punto di vista dell'individuo.
Una scienza che include metodi per entrare nel subconscio e tuffarsi nelle profondità dell'inconscio per ripulire la personalità, i complessi profondi e le paure che ci impediscono di vivere.
È un processo di evoluzione interiore e dove gli impulsi emotivi, estetici e sessuali sono una preziosa fonte di energia spirituale; i livelli più profondi di coscienza, non raggiungibili attraverso il pensiero concettuale, sono direttamente ottenibili attraverso l'uso di simboli appropriati; una pratica efficace che coinvolga corpo, parola e mente è l'unico mezzo per evidenziare i valori che sono già impliciti nell'individuo.

Il Tantra, contrariamente alle credenze occidentali, non insegna l'arte del sesso o come migliorare le proprie prestazioni sessuali ma può dare un alto valore e significato alla concezione della sessualità entrando in una dimensione sacra, dove per Sacro si intende. "Amore e rispetto per la multiforme trasfigurazione della vita".

Il Tantra insegna a liberarsi dalle inibizioni e ad accettare la vita in tutta la sua pienezza risvegliando tutte le energie umane e cosmiche.

Il Tantra è un'autentica rivoluzione interiore, è spogliarsi di tutte le credenze religiose, morali, costrizioni, pregiudizi, ecc. È creare lo spazio interiore necessario per concepire la verità infinita e senza tempo. Dal momento in cui la mente si svuota e si adatta a ciò che realmente accade, quando impariamo dal nostro interiore più profondo, tutto diventa un mantra, che è il tessuto, la base della vita, in cui si mette tutto e che magicamente assume molti. diverse forme di infinita creatività. Il Tantra infrange i tabù, le credenze ei dogmi imposti da qualsiasi religione.

 

Quali argomenti trattano i tantra? Della stessa essenza fuggitiva, del cosmo, dei centri che irradiano il divino (paradiso), dell'astrologia, della genesi e delle apocalissi, dello spirito, dell'anima e del corpo; di magia e alchimia: in una parola, di teosofia e occultismo. Questa stratificazione non implica né segue un piano o una formula pratica. Si limita a modellare la mentalità mistica e l'affettività del tantrika.​

Il tantra è e rimarrà una forza dominante non solo nella spiritualità indiana ma mondiale.

Mentre possiamo riconoscere il posto delle forme popolari e New Age del Tantra come punto di ingresso in questi insegnamenti, è importante riconoscere la portata più ampia e profonda del Tantra attuale che è più di questo e può essere molto diverso da loro.

Il Tantra è l'applicazione pratica ed energetica di tutta la saggezza della vita, del tempo, dello spazio e dell'energia

REALIZZARE L'INTERO UNIVERSO NELLA TUA CONSAPEVOLEZZA!